15 Dicembre: la nuova Giornata Nazionale del SCU
December 14, 2020

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora, ha espresso la propria condivisione per l'istituzione della Giornata nazionale dedicata al , al fine di attribuire un riconoscimento all'impegno dei giovani che partecipano al sistema del servizio civile universale, da celebrarsi nella giornata del 15 dicembre.

Non si tratta di una mera formalità, ma di un passo importante per il riconoscimento tra la popolazione del Servizio Civile Universale come istituzione. Nonostante il Servizio Civile volontario esista ormai da vent’anni e che da allora quasi mezzo milione di persone ne abbiano preso parte, questo istituto stenta a diventare un punto di riferimento, soprattutto tra i giovani a cui arreca grandi e comprovati benefici.

La Rappresentanza nazionale volontari di Servizio Civile ha fatto del riconoscimento del SCU un suo obiettivo cardine: dal potenziare la propria comunicazione al rivolgersi direttamente via mail a tutti i volontari fino alla massima pubblicità delle elezioni interne, principale momento di comunità tra i volontari, oltre a incontrare quotidianamente il maggior numero possibile di volontari. E così anche Dipartimento Gioventù e Servizio CIvile così come tutti gli enti che ospitano i volontari, che in squadra lavorano senza sosta per rendere il SCU un istituto solido come la sua storia.

In questo senso va anche il recente conseguimento da parte del Servizio Civile Universale (non da parte di un suo volontario!) del Premio Gattamelata 2020 per la categoria istituzioni, in virtù del suo apporto strategico nella Difesa della Patria durante la pandemia ancora in atto, che ha visto i volontari in prima linea sin dal primo momento.

La giornata dedicata al SCU è quindi un grandissimo traguardo, di cui ringraziamo a nome di tutti i volontari passati, presenti e futuri, il Ministro Spadafora, che altresì ha proposto, in coro con tutte le sponde del Parlamento, un aumento sostanzioso dei fondi dedicati al Servizio Civile.

Manca solo un pezzo: far tornare il Servizio Civile a celebrare il suo Natale, la Festa della Repubblica Italiana. Il nfatti era sorta, grazie alla volontà dell’allora Presidente Boldrini, l’usanza di far occupare gli scranni della Camera dei Deputati ai volontari in Servizio Civile. Con tutto questo entusiasmo e con la speranza che la pandemia cessi per l’estate, chiediamo al Presidente Roberto Fico, che sin dall’inizio del suo mandato ha sostenuto il SCU, di celebrare il prossimo 2 giugno le decine di migliaia di volontari che in questa crisi hanno messo anima e cuore.